Eurospectives 2.0: Digital Storytelling per dar voce ai cittadini europei

Località

Italia, Germania, Danimarca, Spagna, Grecia, Regno Unito

Inizio progetto

19/12/2018

Fine progetto

28/02/2018

Importo

223.386,00

Aree di intervento

Donor pubblici

Partners

Crossing Borders, Comparative Research Network, People's Voice Media, CFRVigo, Ellinogermaniki Agengi Scholi Panageo Sawa AE, Institut Cultura 21 e.V.

Perché usare lo storytelling, o magari il digital storytelling nella formazione? Perché è uno strumento efficace, specie nell’apprendimento: una storia è più facile da ricordare rispetto a una spiegazione, perché usa le stesse strategie che gli esseri umani usano per dare significato a quanto hanno intorno. E non è tutto: creare storie favorisce lo sviluppo di competenze relative a informazione, data literacy, comunicazione. Competenze essenziali, in un mondo sempre più digitalizzato.

 

Le nuove tecnologie ci offrono, per la creazione di storie, strumenti multimediali come grafica, audio, video e web: tutto questo è digital storytelling. Una produzione che può sembrare semplice, ma che richiede una dettagliata pianificazione, così come una padronanza tecnica, anche rispetto alle dinamiche sociali.

 

Così nasce il progetto Eurospectives 2.0, un partenariato europeo di sei paesi, insieme per lo studio degli strumenti e la condivisione di buone pratiche, per la creazione di curriculum di formazione sul digital storytelling, per la sua integrazione nelle strategie di apprendimento permanente. 

 

Uno strumento innovativo, con un potenziale sociale: quello che ci proponiamo infatti, è di mettere questi strumenti a disposizione dei cittadini europei, parte attiva della nostra iniziativa, che potranno così far sentire la propria voce, attraverso canali personalizzati, originali ed efficaci.